Social Media Marketing

Il Marketing 2.0

Il Social Media Marketing è quella branca del marketing che si occupa di generare visibilità su social media, comunità virtuali e aggregatori 2.0. Il Social Media Marketing racchiude una serie di pratiche che vanno dalla gestione dei rapporti online (PR 2.0) all’ottimizzazione delle pagine web fatta per i social media (SMO, Social Media Optimization). Il termine viene, infatti, comunemente usato per indicare la gestione della comunicazione integrata su tutte le diverse piattaforme che il Web 2.0 ha messo e mette continuamente a disposizione (siti di social networking, foto video e slide sharing, comunità 2.0, wiki, etc.). La caratteristica di queste piattaforme è che la proprietà delle stesse non è dell’azienda (o persona) che intende instaurare tali relazioni.

Il fine del social media marketing è quello di creare conversazioni con utenti/consumatori. L’azienda, attraverso il proprio corporate blog o siti di social networking, è infatti abilitata ad una relazione 1:1 che avvicina mittente e destinatario.

Un esempio comune di social media marketing è l’azione di marketing virale che si compie su YouTube o altri siti di Video sharing. L’azienda, dichiarando o meno la propria reale identità, pubblica un contenuto interessante e/o divertente con l’obiettivo di generare “hype” e diffusione dello stesso. Tramite il passaparola spontaneo tra utenti si produce un effetto virale che porta sempre più persone a visionare il video e, dunque, a far sì che il messaggio raggiunga più utenti/consumatori possibile.

Interagire con i clienti

Il social media marketing si differenzia da ogni altro tipo di marketing perché permette alle aziende e ai clienti di interagire e commentare; un sistema sostanzialmente nuovo di ottenere feedback e consigli. Questo aspetto rappresenta una novità rispetto al marketing tradizionale che relega spesso il consumatore a mero spettatore che guarda la pubblicità. Il social media marketing su Internet offre ai consumatori una voce: il contenuto da solo non basta le aziende devono sapere interagire.

Le reazioni dei consumatori a questa innovazione nel marketing è ancora oggetto di studio e costituisce una sfida rispetto a modalità di relazione più tradizionali, nelle quali per gli utenti non era possibile proporre commenti, ma solo fare delle domande.

L’importanza della moderazione

Da parte delle aziende, le perplessità sono legate alla paura di non potere controllare i messaggi negativi e di non essere in grado di difendersi da eventuali sabotaggi della concorrenza, che potrebbe denigrare deliberatamente un’azienda. Una buona moderazione dei profili social è la strada migliore per evitare tali incovenienti, rispondendo con chiarezza alle obiezioni o ai messaggi denigratori.

Essere social

L’attuazione del Social Media Marketing prevede la creazione di una serie di profili su varie piattaforme, ognuna delle quali indirizzata ad un pubblico specifico
  • Facebook è il social network che offre le maggiori possibilità si possono creare veri e propri siti per la navigazione interna con quasi tutte le funzionalità dei siti web tramite la creazione di applicazioni che utilizzano iframe ; compreso l’e-commerce.
  • Twitter consente l’inserimento dei loghi aziendali e una pagina personalizzata.
  • Linkedin consente la pubblicazione di una pagina senza personalizzazione grafica con presentazione aziendale in scrittura libera fino a tre link per il sito aziendale e varie informazioni seguendo uno schema predefinito.
  • YouTube consente la creazione di un you tube channel aziendale dove si possono caricare i video aziendali e una presentazione aziendale con pagina personalizzata e inserimento dei link al sito aziendale.
  • Flickr consente la pubblicazione di presentazioni aziendali con book fotografici, e inserimento di presentazione aziendale e link al sito aziendale.
Oltre ai principali social ve ne sono ovviamente molti altri, che saranno presi in considerazione a seconda delle esigenze del cliente.
About the Author

Antonio Iorio

Twitter Google+

Advertising Executive, Graphic Designer, Web Designer. Si appassiona al mondo dell'Advertising fin da giovane, intraprendendo un lungo percorso che lo porta, nel 2010, ad aprire la propria Agenzia di Comunicazione, Reload Communication.